Accessori Installazioni After-marker

Non avrei voluto farmi tirare in una polemica, ma visto che si insiste...

Ogni vettura ben progettata ha delle "predisposizioni" per svariati accessori che possono essere installati sia all'acquisto che successivamente, Toyota in questo non fa eccezione.
Non desiderando allargare e disperdere il discorso, faccio presente che l'impianto elettrico dispone di slot extra (liberi) per alimentare ulteriori accessori, sia in modalità "sempre alimentato" che "alimentato solo a motore acceso".
Servono alle più disparate funzioni ed implementazioni, che possono variare dagli antifurti più o meno sofisticati, a ulteriori dispositivi per l'illuminazione, impianti audio HiFi, apparecchi refrigeranti, dash cam e chi più ne ha più ne metta.

Chi certifica la compatibilità?
Le officine autorizzate Toyota ! Ovviamente !

Vado in Giappone ogni anno, anche due volte all'anno da più di 30 anni, per lavoro e per visitare amici e parenti... quindi quello che riporto è frutto di esperienza diretta:
In Giappone, la customizzazione dei veicoli è molto diffusa, le auto dei giapponesi sono spesso riempite di accessori e personalizzazioni di ogni tipo... talvolta inutili e stravaganti ma più spesso innovative ed utili per confort e sicurezza.

Come si installa un accessorio after market in Giappone?
Semplice, ci si rivolge alle officine Toyota o a quelle specializzate in installazioni speciali che abbiano una licenza rilasciata dalla rete di assistenza Toyota.
Sono loro che poi "certificano" l'idoneità e la compatibilità dei dispositivi installati e li registrano sul libretto di manutenzione in modo che la garanzia non venga invalidata.
Come fanno a stabilirne la compatibilità? Semplice ! Con un minimo di competenza e di buon senso, non c'è bisogno di essere ingegneri nucleari per stabilire se l'assorbimento di un dispositivo ed il cablaggio sono compatibili con la batteria di cui dispone la vettura.

Tanto per intenderci, la Dash Cam che ho installato l'avevo già vista in Giappone sulla vettura di amici i quali, consigliandomela, mi hanno pure mostrato il libretto di manutenzione che ne certifica la totale compatibilità con la garanzia.

Passo e chiudo.

In Giappone i treni spaccano il secondo e per il ritardo di un minuto l'amministratore delegato si dimette.
In Giappone, appunto... ma qui siamo in Italia.
 
Indietro
Alto